Il nostro lavoro

Software Libero nell'Istruzione

Promuoviamo attivamente l'uso del Software Libero nelle scuole e nelle università perché incoraggia la comprensione che deriva dall'uso di un prodotto e perché sostiene il principio scientifico.

FSFE, già nel corso della sua prima assemblea generale, ha identificatol'istruzione come una delle più importanti aree di attività cosicché i giovani e gli studenti possano avere un'ulteriore occasione di apprendimento invece che un'esperienza limitata al mero utilizzo di un prodotto per l'istruzione. Perciò la FSFE ha istituito il gruppo di lavoro Software Libero nell'Istruzione per focalizzarsi in quest'area. Oggi il gruppo di lavoro opera come osservatorio della situazione europea, partecipa agli eventi di Software Libero ed aiuta altre iniziative che promuovono il Software Libero nell'istruzione.

Fra gli altri punti a favore del Software Libero, ecco quattro benefici chiave per l'educazione:

News RSS Ultime notizie

Position paper for the boost of Open Educational Resources on the basis of Free Software

10 February 2015

Together with FSFE and other partners, the Bündnis Freie Bildung ("Free Education Alliance") today publishes its position paper about the creation and usage of Open Educational Resources (OER). Therein, the Bündnis demands a consequent publishing of all OER-material under public licences and their availability as Free Software and in Open Standard formats.

Open Letter to Prime Minister Erdoğan

20 June 2013

Days before the protests in Taksim Square erupted, President Erdoğan was in America. On behalf of an ambitious education investment project called FATIH, he toured Silicon Valley as the guest of America's largest technology companies, each of whom are hoping to land a contract for more than 10 million new tablet computers.

45 organizzazioni inviano una diffida al Ministero dell'Educazione, dell'Università e della Ricerca

17 December 2012

Un gruppo di 45 associazioni attive nel campo del Software Libero hanno firmato una diffida al ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca. FSFE, AsSoLi, Wikimedia Italia, l'Associazione per l'Informazione Geografica Libera (GFoss.it), l'Italian Linux Society, LibreItalia ed altre 38 organizzazioni ritengono che il Ministero stiano discriminando il Software Libero.