Stampa

Mostra il tuo affetto per il Software Libero

Pubblicato il:
cuore a pixel con l'hashtag di ilovefs hashtag

Il 14 febbraio di ogni anno, la Free Software Foundation Europe chiede a tutti gli utenti che usano il Software Libero di pensare alle persone che lavorano intensamente nella comunità del Software Libero, e di mostrare il loro apprezzamento personale durante questa giornata "Io amo il Software Libero".

Come lo scorso anno la campagna è dedicata alle persone che stanno dietro il Software Libero, perché ci permettono di usare, studiare, condividere e migliorare il software che ci consente di lavorare in libertà. Questa volta la nostra attenzione è specialmente verso i piccoli contributi nel grande quadro della comunità del Software Libero.

«Quando le persone pensano al Software Libero di cui hanno bisogno e che apprezzano, molte pensano alle grandi applicazioni più conosciute. Questi software e le relative organizzazioni sono sì molto importanti. Ma dobbiamo anche pensare all'infinito numero di sviluppatori che spendono il loro tempo libero o parte del loro lavoro per scrivere e migliorare i più minuscoli bit di software da cui comunque dipendiamo». È ciò che ha detto Max Mehl, il coordinatore della campagna #ilovefs di quest'anno. «Gli sviluppatori non sono macchine, e i loro contributi meritano il nostro rispetto e la nostra gratitudine».

Per la giornata del 2015 "I amo il Software Libero" la FSFE ha molti suggerimenti su come mostrare l'affetto verso chi sta dietro il Software Libero, come ad esempio:

Matthias Kirschner, il vice presidente della FSFE, ha detto: «Il software è ormai presente in tutti gli aspetti della nostra vita. È importante che questa tecnologia, anziché limitarci, sia al servizio della gente. Chi sviluppa il Software Libero dà ad ognuno la libertà di usare, capire, adattare e condividere il software che ha scritto. In questo modo si aiuta a dare supporto ad altre libertà fondamentali come la liberà di parola, la libertà di stampa, e la privacy». «Non dobbiamo sottovalutare la potenza di un semplice "grazie" per motivare gli sviluppatori nel loro importante lavoro per la società. Quindi, diciamo grazie il 14 febbraio!».