Press

La FSFE vuole proteggere meglio le licenze di Software Libero dalla bancarotta

Pubblicato:
 

Quando le aziende o gli autori che rilasciano licenze di Software Libero fanno bancarotta, c'è un rischio che le licenze di Software Libero da loro rilasciate affrontino delle problematiche legali in alcune giurisdizioni. La FSFE sta cercando di impedire che ciò avvenga in Germania. L'Istituzione esperta in materia ifrOSS, assistita dalla FSFE, suggerisce al Ministro della Giustizia tedesco di includere una clausola specificatamente riferita al Software Libero nel Codice Fallimentare tedesco.

Non è chiarissimo cosa possa accadere alle licenze di Software Libero emesse dai titolari del copyright, prima o dopo che questi ultimi falliscano. Questa mancanza di chiarezza giuridica rischia di mettere a repentaglio il funzionamento del Software Libero, che dipende dalla collaborazione di numerosi titolari di diritti.

Qualche tempo fa, il Ministro della Giustizia tedesco pubblicò un'iniziativa di miglioramento per la regolamentazione delle licenze durante i procedimenti fallimentari. In risposta, l'ifrOSS (Istituto per le Questioni Legali sul Software Libero e open source), assistito dalla FSFE, ha preparato una proposta per una nuova clausola relativa al Software Libero che potrebbe efficacemente risolvere i problemi che lo riguardano specificatamente. La clausola assicura che il modello di licenza per il Software Libero non sia negativamente condizionato dalla bancarotta di un titolare di diritti di licenza. Chiarisce che ogni proposta di rilasciare licenze di Software Libero, offerta prima della bancarotta del concedente, possa essere accettata da chiunque, anche dopo l'inizio del procedimento fallimentare.

La FSFE chiede al Ministro della Giustizia tedesco di valutare favorevolmente questa proposta, poiché essa può largamente contribuire alla certezza giuridica per i settori legato al Software Libero, come quello automobilistico, meccanico e informatico.

ifrOSS, insieme alla FSFE, chiede al governo di includere la seguente clausola nel nuovo articolo proposto § 108a del Codice Fallimentare (Insolvenzordnung, InsO):

Versione originale: "(4) Wenn der Schuldner durch Lizenzvertrag unentgeltlich ein einfaches Nutzungsrecht für jedermann einräumt, so findet die Regelung des § 103 InsO keine Anwendung. Das vom Schuldner vor des Insolvenzverfahrens abgegebene Angebot auf Abschluss eines solchen Lizenzvertrags, kann auch nach Eröffnung angenommen werden."

Versione italiana: "(4) Quando il debitore riconosce a qualcuno diritti non esclusivi attraverso un accordo di licenza senza compenso, la regola prevista dal § 103 del Codice Fallimentare non si applica. L'offerta del debitore di concludere l'accordo di licenza effettuata prima dell'inizio della procedura fallimentare può anche essere accettata dopo l'inizio della procedura."

Se il Software Libero dovesse affrontare simili problemi in altre giurisdizioni, vi invitiamo a contattarci o ad agire nello stesso modo.

La FSFE lavora per il bene comune. Le sue attività possono essere sostenute aderendo come sostenitore su fsfe.org/support