Testimonial

Olga Gkotsopoulou

Questa pagina è parte di una serie di interviste con amici e sostenitori della FSFE per aiutare a dare un volto alla nostra comunità. Puoi avere una panoramica delle nostre interviste nella pagina dei testimonial

Olga

«Ciao, sono Olga Gkotsopoulou, una ricercatrice nel gruppo LSTS (Legge, Scienza, Tecnologia e Società) nella Vrije Universiteit in Bruxelles. Sin dall'inizio dei miei studi universitari nel 2008, sono stata volontaria e lavoratrice in Grecia e dintorni, servendo un ampio spettro di cause, promuovendo sempre i diritti umani e la libertà digitale».

Breve intervista con Olga (2019)

FSFE: Come ti sei interessata alla FSFE e cosa ti ha motivato per diventare sostenitrice?

Olga: Lavorando con temi sulla protezione dei dati, ho iniziato a cercare alternative tecnologiche che fossero rispettose verso i diritti degli utenti, e quindi ho iniziato a partecipare alle attività della Greek Free/Open Source Software Society-Open Technologies Alliance (GFOSS), imparando sempre più a riguardo della storia del movimento e del contributo ai diritti digitali dei progetti di Software Libero e delle loro comunità. Sono diventate presto familiari le eccezionali campagne, le politiche e il lavoro legale della FSFE. Quando ho visto la richiesta per stagisti, ho pensato che non ci potrebbe essere stata una migliore opportunità per imparare le politiche e il lavoro legale sul Software Libero in Europa, e mi sono candidata con la speranza di essere selezionata.

Che compiti avevi o che lavoro hai svolto come stagista per la FSFE?

Sono stata stagista in FSFE nel 2016-2017. Ho aiutato con la composizione del documento di posizione per la consultazione pubblica della Commissione Europea sulla valutazione provvisoria di Horizon 2020, curando tutte le relative comunicazioni e i processi degli inviti ad agire. Ho contribuito alla preparazione ed all'invio delle richieste sulla Libertà di Informazione alle istituzioni europee. Ho partecipato alla preparazione di campagne brevi e a lungo termine, come la campagna "Denaro pubblico, codice pubblico", e la giornata "Io amo il Software Libero". Ho avuto inoltre la possibilità di fare attività giornaliere vitali per una Onlus, come organizzare le spedizioni in tutto il mondo dei prodotti e del materiale promozionale della FSFE, collaborare alle pubblicazioni delle newsletter mensili, delle news settimanali e altre attività di comunicazione, come anche condurre revisioni legali e di policy, creare e mantenere pagine wiki su vari temi, essere coinvolta nella traduzione di materiale informativo e la moderazione delle mailing list e il sistema di segnalazione problemi OTRS. Una parte importante del mio tirocinio è stata anche dedicarmi alla preparazione del Legal and Licensing Workshop 2017, il più grande evento legale sul campo. Non da ultimo, ho acquisito competenze tecniche e di progettazione, utilizzando vari programmi software.

E qual è stata la parte più divertente nell'avere a che fare con la FSFE?

Anche se ogni attività è sempre interessante, il compito che mi è piaciuto di più sono state le attività “fuori dall'ufficio”, dove è stato possibile costruire legami con la comunità. Alcuni momenti salienti: il gobo projector light show, dove abbiamo passato una notte nelle strade di Berlino, proiettando frasi provocatorie sui muri; inviare al parlamento tedesco fiori e lettere per la giornata IloveFS; preparare ed organizzare stand; partecipare in Europa alle maggiori conferenze sul Software Libero e sulla tecnologia, ad esempio il QtCon e il primissimo summit della FSFE, il FOSDEM in Bruxelles, il 33c3 in Amburgo e il LinuxCon a Berlino, ma anche eventi, discorsi e lezioni più piccoli, come gli occasionali meeting del gruppo della FSFE di Berlino. Ho anche promosso l'organizzazione di alcuni eventi, ad esempio ho condotto l'organizzazione della prima visita in assoluto di Atene da parte dello staff della FSFE.

Al momento quale campagna della FSFE è la tua preferita?

"Denaro pubblico? Codice pubblico!"

Denaro pubblico? Codice pubblico!

In una battuta: qual è il maggiore beneficio del Software Libero?

Libertà!

Qual è il tuo programma di Software Libero preferito?

LibreOffice.

Meeting della comunità
Diventando un sostenitore permetti il nostro lavoro e aiuti ad assicurare la nostra indipendenza economica.