Fin dal 2001 la FSFE ha sempre lavorato per aumentare i diritti degli utenti rimuovendo gli ostacoli alla libertà del software. Per 20 anni abbiamo aiutato le persone e le organizzazioni a capire come il Software Libero contribuisce alla libertà, alla trasparenza e all'autodeterminazione.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per i prossimi due decenni. Vogliamo che tutti possano avere il controllo sulla propria tecnologia. Il Software Libero e le sue libertà di uso, studio, condivisione e miglioramento sono la chiave per raggiungere questo obiettivo.

Newsletter

Trasparenza per l'app CovPass nell'UE +++ L'Olanda ottiene la Libertà del Router

Pubblicato il  

Nella nostra newsletter di agosto-settembre, festeggiamo il diritto di usare il proprio router in Olanda. Spieghiamo come mai ogni app che si occupa di affrontare la diffusione del Covid-19 deve essere Software Libero. Condividiamo le notizie della nostra vivace comunità, raccontando ciò che è accaduto nell'estate e ciò che ci aspetta in futuro.

Le app di CovPass dovrebbero essere disponibili per tutti, pertanto dovrebbero essere Software Libero

Le app necessarie a tutti dovrebbero essere disponibili per chiunque, senza la necessità di installare store proprietari aggiuntivi. Questo non è stato il caso dell'app tedesca CovPass, che fornisce il certificato digitale dell'UE per la vaccinazione contro il COVID su smartphone. A causa delle dipendenze da componenti proprietarie, era disponibile solamente sugli app store di Apple, Huawai e Google. Tale pratica esclude coloro che evitano consapevolmente il software proprietario e scelgono di usare il Software Libero. Per loro, l'app semplicemente non era disponibile.

Il palazzo del Reichstag con la scritta 'Dai una chance al Software Libero' proiettata in primo piano

Un gruppo di esperti ha salvato la situazione, pertanto vogliamo ringraziare @jugendhacker, @mythsunwind, @rugk, @tzugen, Felix C. Stegerman e Marcus Hoffmann. Questo gruppo ha lavorato per settimane sviluppando l'app CovPass per F-droid, ed ha inoltre rimosso le librerie proprietarie di Google che non erano necessarie per il funzionamento dell'app.

Questo lavoro aggiuntivo avrebbe potuto essere evitato se gli sviluppatori di CovPass – pagati con fondi pubblici – non avessero incluso tali librerie proprietarie non necessarie fin dall'inizio. A peggiorare la situazione la società che ha sviluppato CovPass non è stata collaborativa nei confronti degli sviluppatori esterni, il che ha reso più difficile per i volontari realizzare i miglioramenti. Per questo motivo, tali miglioramenti che avrebbero potuto richiedere poco sforzo da parte degli sviluppatori originali si sono rivelati un compito difficile per esperti di terze parti. Questo è un tipico problema che può essere evitato rilasciando come Software Libero qualsiasi programma il cui sviluppo sia stato finanziato pubblicamente.

Lo stesso processo è avvenuto l'anno scorso con l'app per il tracciamento Covid: un gruppo di esperti si è volontariamente preso la responsabilità di compiti che avrebbero dovuto essere di governi e di amministrazioni per rendere questa app disponibile a tutti. Nel caso delle app legate al Covid, gli enti pubblici hanno fallito in Germania. «Esortiamo il governo ad adattare rapidamente le sue pratiche e ad assicurarsi che tutti possano utilizzare tali app senza alcuna restrizione fin dall'inizio» afferma Matthias Kirschner, Presidente della FSFE. Un esempio positivo lo si può invece trovare in Svizzera, dove l'app ufficiale per i certificati relativi al Covid è stata aggiunta a F-droid dall'Ufficio federale dell'informatica e delle telecomunicazioni (UFIT).

Fare promozione porta a risultati: gli utenti Internet olandesi ottengono la Libertà del Router

La Libertà del Router è ora una realtà nei Paesi Bassi. Tutti i provider di servizi Internet (ISP) devono consentire agli utenti la possibilità di scegliere e utilizzare i propri router e modem entro 6 mesi. Inoltre, è stato assicurato che i consumatori che hanno installato un router alternativo potranno comunque godere del supporto tecnico degli ISP. La decisione dell'Autorità olandese per i consumatori e i mercati (Dutch Authority for Consumers and Markets - ACM) rappresenta una vittoria per i consumatori nei Paesi Bassi e una vittoria per la neutralità della rete in Europa.

Un campo di tulipani con pale eoliche sullo sfondo

Le nuove regole sono state approvate dopo uno sforzo persistente della FSFE per portare l'attenzione sull'importanza della Libertà del Router. La FSFE ha contattato il BEREC sollevando la richiesta di Libertà del Router per la prima volta tre anni fa, nel 2018, con il risultato di stabilire la Libertà del Router come decisione standard per i paesi europei. Nel 2019, la FSFE ha contattato anche l'agenzia nazionale olandese, per un'indagine sulla situazione nel paese. Da allora, il gruppo locale olandese della FSFE ha portato avanti la questione organizzando seminari, parlando con gli enti interessati, andando agli eventi, sollevando il problema sui social media e aiutando con l'elaborazione di documenti tecnici e legali.

Ora è il momento di festeggiare. La decisione dell'autorità olandese per i consumatori e i mercati è una grande vittoria per tutti gli utenti dei Paesi Bassi!

Vuoi saperne di più sullo stato della Libertà del Router nel tuo paese? Controlla la nostra mappa di monitoraggio! Puoi contribuire al nostro lavoro partecipando al nostro sondaggio per aiutarci a monitorare la Libertà del Router nel tuo paese.

Prossimi eventi:

Mercoledì 15 settembre alle 20:00 CEST (Ora Legale Dell'europa Centrale), la squadra olandese della FSFE terrà la sua riunione mensile. Il team olandese accoglie sempre nuovi Membri. Se desideri partecipare alla riunione, sei pregato di contattare il Coordinatore FSFE dei Paesi Bassi, Niko Rikken.

Nell'incontro mensile di settembre, il gruppo donne FSFE discuterà gli aspetti di genere nell'apprendimento della programmazione. Vari articoli scientifici di ricerca saranno brevemente presentati e discussi. Nuove persone che si identificano come femmine sono le benvenute. La data deve ancora essere fissata, quindi se siete interessate al Software Libero, iscrivetevi alla nostra mailing list e venite a conoscerci.

Cosa abbiamo fatto:

Banchetto informativo della FSFE al Veganmania, Vienna 2021

Attiviamoci per le elezioni politiche in Germania

Il 26 settembre sarà eletto in Germania un nuovo Bundestag (parlamento). Siamo impegnati sul tema delle elezioni e vogliamo garantire con le nostre attività che la politica "Denaro pubblico? Codice pubblico!" svolga un ruolo importante durante il prossimo governo. Pertanto vogliamo assicurarci che le nostre richieste della campagna "Denaro pubblico? Codice pubblico!" siano incluse nell'accordo di coalizione del prossimo governo tedesco. Per raggiungere questo obiettivo abbiamo bisogno del vostro aiuto e supporto. Puoi scoprire come aiutarci con le attività dedicate al raggiungimento di questo obiettivo [in tedesco].

Contribuisci alla nostra newsletter

Se vuoi condividere qualche pensiero, immagine, o notizia, inviacele. Come sempre, l'indirizzo è newsletter@fsfe.org. Ci aspettiamo di ricevere tue notizie! Se vuoi anche sostenere noi e il nostro lavoro, unisciti alla nostra comunità e sostienici con una donazione o un contributo mensile. Un grazie alla nostra comunità e a tutti i volontari, i sostenitori e i donatori che rendono possibile il nostro lavoro. E grazie ai nostri traduttori, che ti permettono di leggere questa newsletter nella tua lingua.

Un saluto da chi ti scrive, Fani Partsafyllidou


Il maggiore impatto finanziario che la FSFE sta affrontando in questi tempi di distanza sociale è la cancellazione delle conferenze di Software Libero, inclusi i propri eventi. Per mantenere solido e vivo il movimento della libertà del software, considera di donare parte di ciò che avresti speso per le conferenze alle organizzazioni del Software Libero, inclusa la FSFE.


Commenta l'articolo