Fin dal 2001 la FSFE ha sempre lavorato per aumentare i diritti degli utenti rimuovendo gli ostacoli alla libertà del software. Per 20 anni abbiamo aiutato le persone e le organizzazioni a capire come il Software Libero contribuisce alla libertà, alla trasparenza e all'autodeterminazione.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per i prossimi due decenni. Vogliamo che tutti possano avere il controllo sulla propria tecnologia. Il Software Libero e le sue libertà di uso, studio, condivisione e miglioramento sono la chiave per raggiungere questo obiettivo.

La traduzione potrebbe non essere aggiornata rispetto al testo originale. Per favore aiutaci a tradurre questa ed altre pagine su fsfe.org, affinché le persone possano leggere i nostri messaggi nella propria lingua madre.

Notizie

FSFE: Stop alla pubblicità ingiusta - convinci il tuo governo a promuovere lettori liberi di PDF!

Pubblicato il:

La Free Software Foundation Europe invita tutti gli Europei a cercare pubblicità di lettori PDF proprietari sui siti dei propri governi e di segnalarceli. FSFE ha preparato anche una petizione per chiedere la fine di questa pratica pubblicitaria, ed incoraggia il pubblico a firmarla.

"Ogni volta che i siti web di Stato rimandano ad applicazioni non libere e favoriscono i visitatori ad utilizzarle, incoraggiano inutilmente i cittadini a buttar via la loro libertà", dice Karsten Gerloff, Presidente di FSFE.

Come dimostrano siti web quali pdfreaders.org, Software Liberi per leggere PDF esistono per tutti i principali sistemi operativi. I Fellow della FSFE hanno lanciato il progetto nel 2009 come risposta all'abitudine degli enti pubblici di pubblicizzare prodotti non liberi sui propri siti.

Il coordinatore della Fellowship di FSFE, Matthias Kirschner, commenta: "Cosa pensereste se un segnale autostradale dicesse 'Avete bisogno di una Volkswagen per percorrere questa strada. Contatta la tua concessionaria Volkswagen per una prova di guida gratuita'? Quando si tratta di lettori PDF, sembra che i governi lo ritengano accettabile."

Queste pubblicità danno un iniquo vantaggio a qualunque prodotto proprietario suggeriscano, e sono spesso accompagnate da dichiarazioni inaccurate che fanno sembrare tali applicazioni come le uniche alternative possibili.

La ricerca inizia il 13 settembre, e continuerà fino al 17 ottobre 2010. I premi saranno assegnati alla fine di ottobre agli individui e ai gruppi che hanno segnalato il maggior numero di pubblicità a software proprietari sui siti governativi.

Buona caccia!