Fin dal 2001 la FSFE ha sempre lavorato per aumentare i diritti degli utenti rimuovendo gli ostacoli alla libertà del software. Per 20 anni abbiamo aiutato le persone e le organizzazioni a capire come il Software Libero contribuisce alla libertà, alla trasparenza e all'autodeterminazione.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per i prossimi due decenni. Vogliamo che tutti possano avere il controllo sulla propria tecnologia. Il Software Libero e le sue libertà di uso, studio, condivisione e miglioramento sono la chiave per raggiungere questo obiettivo.

Notizie

Legge sui mercati digitali: la neutralità del dispositivo diventa realtà

Pubblicato il:

Dopo molte versioni ed emendamenti, il Parlamento Europeo ha approvato la legge sui mercati digitali con 642 voti a favore, 8 contrari e 46 astenuti. Viene così introdotto il principio della neutralità del dispositivo. Il Parlamento non ha però colto l'opportunità per introdurre obblighi sull'interoperabilità basata sugli Standard Aperti.

«Crediamo fermamente che il mercato digitale beneficerà dall'agevolazione dell'accesso al Software Libero nei dispositivi. La neutralità del dispositivo si traduce nel DMA [Digital Markets Act, Legge sui mercati digitali] come regole più ferree per le app preinstallate, proteggendo dalla dipendenza del fornitore, e assicurando la portabilità dei dati in tempo reale. È stata introdotta anche l'interoperabilità dei servizi, ma senza l'obbligo di essere basata sugli Standard Aperti. Questa è un'occasione persa per bilanciare la competizione con specifiche tecniche accessibili e non discriminatorie. Gli Standard Aperti sono un importante elemento per l'innovazione, che permettono ai partecipanti del mercato di innovare basandosi su specifiche tecniche standard e costruire i propri servizi», commenta Lucas Lasota, il vice coordinatore legale della FSFE.

La FSFE ha esortato i legislatori UE a salvaguardare la neutralità del dispositivo nel DMA. Ci rammarichiamo che il voto non abbia previsto di imporre gli Standard Aperti come criterio per definire l'interoperabilità. Comunque, avere la neutralità del dispositivo nella legge è il primo passo. I diritti degli utenti finali di utilizzare i propri dispositivi e il proprio sistema operativo sono un importante fattore per garantire l'accesso dei sistemi operativi di Software Libero nelle piattaforme dominanti. Come realtà quotidiana per molti utenti, questa opzione estende l'adozione del Software Libero ad un pubblico più ampio.

La FSFE ha lavorato per due decenni dando alle persone i mezzi per controllare la tecnologia dei loro dispositivi. Seguiremo da vicino l'implementazione della legge e continueremo a condurre attività e iniziative per salvaguardare gli interessi degli utenti finali.

Principi per la neutralità del dispositivo
Principi della neutralità del dispositivo