Fin dal 2001 la FSFE ha sempre lavorato per aumentare i diritti degli utenti rimuovendo gli ostacoli alla libertà del software. Per 20 anni abbiamo aiutato le persone e le organizzazioni a capire come il Software Libero contribuisce alla libertà, alla trasparenza e all'autodeterminazione.

Abbiamo bisogno del tuo aiuto per i prossimi due decenni. Vogliamo che tutti possano avere il controllo sulla propria tecnologia. Il Software Libero e le sue libertà di uso, studio, condivisione e miglioramento sono la chiave per raggiungere questo obiettivo.

Newsletter

FSFE Newsletter – Aprile 2014

Scritto da  Pubblicato il  

Giorno della liberazione dei documenti: standard aperti spiegati per il nonno

Sebbene sempre più imprenditori e politici capiscono l'importanza di standard aperti, la gente comune non vede la connessione con la loro vita di tutti i giorni. Ecco perchè il 26 marzo abbiamo organizzato di nuovo il Giorno della liberazione dei documenti - Document Freedom Day (DFD). Quest'anno abbiamo prodotto molto più materiale: nuovi opuscoli in diverse lingue che spiegano gli standard aperti, e e un bel fumetto che spiega perchè dovresti usare gli standard aperti così da non avere problemi con i tuoi file quando diventano vecchi.

Ci sono stati più di 51 eventi in 22 paesi organizzati da molti gruppi indipendenti. Volontari della FSFE in UK hanno presentato un premio alla Fondazione OpenStreetMap a Birmingham, mentre Werner Koch della FSFE ha partecipato all'evento sugli standard aperti nella crittografia al Parlamento. I nostri gruppi locali a Linz hanno organizzato uno stand d'informazione nel centro della città e in serata hanno parlato degli standard aperti all'università. Allo stand a Vienna i nostri volontari hanno avuto qualche problema con un artista di un monumento, nonostante questo hanno distribuito una quantità enorme di opuscoli nonchè informato 4 amichevoli poliziotti circa il software libero e gli standard aperti. Il nostro gruppo DFD sta ancora raccogliendo informazioni su quanto accaduto durante la settimana DFD e pubblicherà un rapporto dettagliato in Aprile.

Le Istituzioni Europee riconoscono la schiavitù da Microsoft

In una recente lettera al Membro del Parlamento Europeo (MEP) Amelia Andersdotter (PDF), la Comunità Europea riconosce che è in uno stato di "effettiva schiavitù" da Microsoft. Già la FSFE ha ripetutamente evidenziato come questo sia un problema persistente per la Comissione, il Consiglio e il Parlamento. Nel giorno della liberazione dei documenti la FSFE e Open Forum Europa hanno spedito una lettera aperta al Parlamento Europeo e alla Commissione Europea evidenziando la dipendenza dal fornitore Microsoft.

Usare software libero nel settore dell'educazione in Olanda

Il notiziario di febbraio sul software libero nell'educazione è uscito, con l'aggiornamento sulla campagna NLEdu: Kevin riferisce che il direttore commerciale di SchoolMaster, il più grande fornitore olandese di software per l'amministrazione degli studenti, ha confermato che rilasceranno una piattaforma HTML5 indipendente in aprile, sustituendo la versione Silverlight. Questo farebbe della campagna NLEdu un successo perchè permetterà agli utenti di software libero di accedere ai materiali del corso utilizzando un qualunque browser aderente agli standard. Kevin Keijzer ha pubblicato informazioni dettagliate su questo.

Qualcosa di completamente differente

Attivati: il diritto al non pagamento per software non libero

Le rivelazioni di Edward Snowden riguardo alla sorveglianza massiva delle comunicazioni, dimostra il bisogno di ognuno di essere in grado di controllare il proprio computer e telefono. Tuttora i costruttori e rivendotori di computer e telefoni impongono agli utenti applicazioni che mettono a repentaglio la loro riservatezza.

Ogni persona, quindi, dovrebbe avere l'opportunità di rifiutare di pagare software non libero ed avere la possibilità di scegliere i programmi che fanno funzionionare i loro telefoni e computer, nel nostro caso un sistema operativo basato su software libero e altri software liberi.

Ci siamo uniti ad altre organizzazioni in tutto il mondo per richiedere la scelta senza restrizioni di sistemi operativi su telefoni, computer e altri dispositivi.

Questo mese ti chiediamo di firmare la petizione internazionale e ad aiutarci a promuoverla!

Grazie a tutti i volontari, Associati e aziende donatrici che rendono possibile il nostro lavoro,
Matthias Kirschner - FSFE