12135€ of 212000€

La tua donazione fa la differenza! Dai il tuo supporto per promuovere la libertà e i diritti digitali!

Brevetti software in Europa

[Introduzione | Background | Stato attuale | Ulteriori letture ]

Lettera aperta [2004-05-10] [2004-05-31] [2004-07-06] [2004-08-02] [2004-09-06] [2004-10-04] [2004-11-01] [2004-12-06] [2005-01-03] [2005-02-07] [2005-03-07] [2005-04-05] [2005-05-02] [2005-06-06]

I brevetti software danneggiano le banche

7 Febbraio 2005

"L'accordo di Basilea II è costituito da una serie di delibere emesse dalle banche centrali di tutto il mondo, sotto gli auspici della Banca per i Regolamenti Internazionali di Basilea, Svizzera, mirate a uniformare il modo in cui le banche e le autorità di regolamentazione bancaria affrontano la gestione del rischio al di là delle frontiere nazionali." [0] Il Sig. Nout Wellink è il presidente del consiglio di amministrazione e presidente della Banca dei Regolamenti Internazionali.

Caro Sig. Wellink,

nella nostra lettera aperta al presidente del gruppo assicurativo Allianz, il Sig. Diekmann, abbiamo spiegato come i brevetti sul software potrebbero diventare un grosso costo nonché un fattore di rischio per tutte le aziende che fanno ampio uso di danaro e tecnologia, come le assicurazioni. Lo stesso risulta essere vero per le banche.

I brevetti sul software stabiliscono un monopolio su idee astratte, che può essere sfruttato da chiunque, inclusi coloro che non dispongono di implementazioni o soluzioni, ma solo un ufficio legale. Come accade per i maggiori progetti software, tutte le parti dell'accordo di Basilea II contengono una moltitudine di idee, ognuna delle quali potrebbe divenire monopolio di qualcuno. Se ad esempio si dà un'occhiata alla base dei dati dell'ufficio brevetti statunitense (US Patent and Trademark Office, USPTO), è possibile scoprire già 180 brevetti su idee software che hanno a che fare con il "rischio sui crediti" - argomento principale di Basilea II.

Nessuno di questi brevetti è sottoposto all'obbligo di licenza: il titolare può decidere liberamente se far valere o meno il brevetto su una certa idea.

Eppure le implementazioni di Basilea II useranno per forza di cose una moltitudine di componenti standard, come servizi di archiviazione, basi di dati, protocolli di trasferimento e così via. Ognuno di questi potrebbe essere soggetto a brevetti software. Poiché il numero di metodi per rendere sicuro un sistema informatico è limitato, potrebbe accadere che Basilea II potrebbe dover essere implementato su basi di fatto non sicure.

Una volta che Basilea II diverrà largamente utilizzato, potrebbe aprirsi una serie di azioni legali per violazioni di brevetti su scala mondiale. Le banche e i loro fornitori di software basato su Basilea II potrebbero divenire oggetto di una azione legale: il rischio è incalcolabile e può condurre a costi legali per molti miliardi di euro.

Molte banche sono ancora ignare di questo rischio - non hanno ancora realizzato fino a che punto i brevetti sul software le toccheranno. Parlando di recente con i rappresentanti di una banca tedesca, abbiamo notato la loro sorpresa nell'accorgersi di quanto i brevetti software possano incidere sulla loro attività.

I brevetti sul software ridurranno drammaticamente il tasso di innovazione tecnologica e più in generale la competitività dell'economia europea, e significheranno l'introduzione di un incalcolabile fattore di rischio che può tradursi in un grosso danno.

Ecco perché le chiediamo di proteggere i suoi interessi e di partecipare alle iniziative contro i brevetti sul software, in modo diretto o supportando il nostro lavoro. Qualora abbia ulteriori domande, non esiti a contattarci.

Distinti saluti

Georg Greve
Presidente
Free Software Foundation Europe (FSFE)
fsfe.org