SALDI ESTIVI! Niente spese di spedizione per ordini a partire da 6€, fino al 30 giugno!

Newsletter

46 firme lettera aperta OS libero ++ App mercato equo ++ I tuoi diritti digitali

Pubblicato il  

Un'alleanza di 46 enti - in aumento - sostiene il diritto universale di installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo. È prevista l'inclusione del Software Libero nella Dichiarazione UE dei Diritti Digitali. L'app della FSFE per la trasparenza negli appalti pubblici va alle finali Datathon UE. Volontari italiani preparano un tour.

Tre illustrazioni: un telefono che somiglia ad un lucchetto aperto, una vignetta con il personaggio mastodon felice, banner datathon UE

46 enti richiedono all'UE il diritto di riusare l'hardware

L'UE sta ridefinendo i proprio criteri di ecocompatibilità per una elettronica sostenibile a livello ambientale. La FSFE ha dato un contributo pubblicando una lettera aperta nella quale si chiede il diritto di installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo elettronico. Questo diritto consentirebbe di utilizzare i nostri dispositivi più a lungo, ma richiede che i produttori seguano determinate regole. Ad esempio, ai produttori deve essere richiesto di sbloccare i bootloader su tutti i dispositivi, inclusi computer, tablet e telefoni; devono anche pubblicare le specifiche complete per ogni componente del dispositivo. Questo permetterebbe a noi e a qualsiasi terza parte di poter riparare più agevolmente i propri dispositivi, e anche di riutilizzare delle loro parti. È anche necessario l'utilizzo degli Standard Aperti affinché i dispositivi possano comunicare e funzionare tra di loro.

Quattro illustrazioni. 1. Tre ingranaggi in diversi colori e dimensioni che si incastrano l'un l'altro, ed uno ha il simbolo del codice nel centro 2. Un telefono dal quale escono tre frecce, una a sinistra, una a destra e una al centro 3. Quattro diverse figure geometriche connesse con dei ponti 4. Un telefono raffigurato come un lucchetto sbloccato

Inizialmente 38 organizzazioni hanno ritenuto necessarie queste condizioni e hanno firmato la lettera aperta prima della sua pubblicazione. Ora più di 45 organizzazioni hanno firmato la lettera ed è ancora possibile aggiungersi alla lista dei firmatari. È di per sé eloquente che aziende tecnologiche, iniziative sul diritto di riparazione e importanti organizzazioni ambientali sostengano il diritto di installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo.

Prototipo dell'app della FSFE selezionato per le finali del Datathon UE

Gli hacker di sistema della FSFE hanno creato un prototipo di un'applicazione che aspira a collegare i dati pubblicamente disponibili dei bandi e delle aziende e a consentire l'analisi di questi dati. L'obiettivo dell'app è quello di consentire ai cittadini e agli esperti di monitorare ambigue attività di mercato di pubblico interesse. L’idea del progetto è stata di successo e l’ha resa tra le prime sei su 26 candidature nella gara "trasparenza negli appalti pubblici" del Datathon 2022 dell’UE. Il nostro team è stato invitato a sviluppare ulteriormente l'app.

Banner di Datathon UE che mostra cubi che corrono e raggiungono la linea di traguardo di una corsa. Il primo cubo esulta.

Aggiornamento: Dichiarazione dei Diritti Digitali

L'UE sta discutendo la Dichiarazione dei Diritti e Principi Digitali. Il Parlamento Europeo ha ora trovato l'accordo per un testo comune che riconosce il Software Libero come un modo per garantire la trasparenza negli algoritmi e nell'intelligenza artificiale. Il testo concordato sottolinea anche la necessità di "standard affidabili e, laddove possibile, standard open source". L'accordo incoraggia "tecnologie digitali sostenibili, fin dalla loro ideazione, che siano durevoli, riparabili ed interoperabili, sia a livello hardware che a livello software, e vietare pratiche che portino ad una prematura obsolescenza". La FSFE continua a monitorare il dialogo interistituzionale in corso cercando di assicurare che venga mantenuta la proposta del Parlamento.

Aggiornamento: passata la delibera sull'IA

Il Parlamento europeo ha approvato una delibera sull'intelligenza artificiale (IA) con una larga maggioranza. Secondo la delibera, negli appalti pubblici il Software Libero deve essere obbligatorio, dove appropriato, con l'obiettivo di incoraggiare la collaborazione transfrontaliera. Il Parlamento riconosce che il Software Libero può migliorare gli investimenti e incentivare l'innovazione per le tecnologie IA nell'UE. La FSFE sollecita ora il Parlamento a trasferire la propria posizione nella regolamentazione IA.

Segnati i prossimi appuntamenti!

Attività passate e presenti

Gruppi locali della FSFE

Italia | Il team dei traduttori italiano ha lavorato sulla brochure PMPC (Public Money Public Code, Denaro pubblico codice pubblico) che è ora disponibile in Italiano. Amici del team stanno gentilmente facendo gli ultimi controlli e le ultime correzioni della brochure.

I volontari italiani stanno anche preparando un tour estivo in giro per l'Italia per far conoscere alle persone che il codice pagato dal pubblico deve anche essere reso disponibile pubblicamente. La prima tappa sarà Trento, il 7 giugno. Scopri di più sul programma nelle mailing list o nelle chat di Milano e Sicilia. Incontra i volontari durante il tour e prendi una copia della freschissima traduzione della brochure "Denaro pubblico, codice pubblico"!

una vignetta mastodon che fa volare aerei di carta

Zurigo | Il gruppo locale di Zurigo sta lavorando per convincere le pubbliche amministrazioni a migrare a social network federati. Il gruppo ha discusso l'idea all'inizio di aprile, e il progetto ha avuto un forte impulso quando molte persone e enti, tra cui l'Unione Europea, si sono iscritti a Mastodon. Il gruppo si incontrerà nuovamente il 18 maggio 2022.

Paesi Bassi | Basandosi sull'idea del gruppo di Zurigo, il team olandese ha fatto un brainstorming su soluzioni tecniche per pubblicare automaticamente le notizie dei comuni olandesi su Mastodon. "Che ne dite se raccogliamo i feed RSS di 345 comuni olandesi e li diamo in pasto ad un account Mastodon?" è stata una delle domande che ha catturato particolare attenzione. Fani Partsafyllidou, responsabile di progetto della FSFE, ha partecipato all'ultimo incontro. Il prossimo meeting sarà mercoledì 25 maggio alle 20:00 CEST.

Attiviamoci

Alla FSFE vogliamo dare agli utenti i mezzi per controllare la tecnologia. Ma il Software Libero aiuta anche ad ottenere la sostenibilità ecologica. Per questo abbiamo aderito al comitato organizzativo della conferenza Bits & Bäume 2022 (Bit e Alberi) che si svolgerà dal 30 settembre al 2 ottobre.

Appassionati di soluzioni sostenibili di Software Libero? Fatelo sapere a noi e tutti gli altri alla conferenza! Proponete un intervento, un workshop o un bella opera d'arte a Bits & Bäume 2022. Le candidature sono aperte fino al 7 giugno.

Contribuisci alla nostra newsletter

Se vuoi condividere qualche pensiero, immagine, o notizia, inviacele. Come sempre, l'indirizzo è newsletter@fsfe.org. Ci aspettiamo di ricevere tue notizie! E se vuoi anche sostenere noi e il nostro lavoro, unisciti alla nostra comunità e sostienici con una donazione o un contributo mensile. Un grazie alla nostra comunità e a tutti i volontari, i sostenitori e i donatori che rendono possibile il nostro lavoro. E grazie ai nostri traduttori, che ti permettono di leggere questa newsletter nella tua lingua.

Un saluto da chi ti scrive, Fani Partsafyllidou