47.818,69€ of 212.000€

La tua donazione fa la differenza! Dai il tuo supporto per promuovere la libertà e i diritti digitali!

Newsletter

Municipi che usano il Software Libero +++ Il Tour PMPC in Italia

Pubblicato il  

In questa edizione si parla di nove amministrazioni che innovano e risparmiano denaro con il Software Libero, di una coalizione olandese che richiede un'equa istruzione digitale, e di come si può avere un settore delle telecomunicazioni sostenibile con il Software Libero. Volontari organizzano il tour "Denaro pubblico? Codice pubblico!" in Italia.

tre immagini con gruppi di persone

9 amministrazioni innovano e risparmiano denaro con il Software Libero

Nel 2020, la città di Bühl in Germania ha lanciato "Palim! Palim!", una piattaforma di video conferenza basata sul Software Libero "Jitsi Meet". La città ha offerto la piattaforma ai cittadini che ne avevano bisogno e l'iniziativa è stata ben accolta. Nel giro di due anni, oggi i locali, i cittadini e la città stessa utilizzano quotidianamente Palim Palim.

tre persone in una videoconferenza
Intervista con le amministrazioni tedesche che utilizzano Software Libero. Maggio 2022.

Anche altri comuni stanno mostrando interesse per questa soluzione. Un'associazione di nove amministrazioni che usano "Palim! Palim!" stanno contribuendo a modernizzare la loro gestione, basandosi su Software Libero. Re@di (regional.digital) è il risultato di una cooperazione di nove città del sud della Germania. Le loro esigenze comuni sono soddisfatte attraverso effetti sinergici dello sviluppo collaborativo. In una intervista, Alexander Gabriel ed Eduard Itrich hanno condiviso la considerazione che le amministrazioni potrebbero usare le loro risorse in maniera più efficiente in termini di costi grazie alla cooperazione e con la condivisione di Software Libero.

Coalizione olandese richiede una equa istruzione digitale

Gli studenti non dovrebbero essere costretti ad utilizzare software proprietario nel loro percorso di istruzione. La FSFE si unisce alla colazione olandese "Equa Istruzione Digitale" che appoggia le soluzioni che rispettano la privacy utilizzando Software Libero nelle scuole. La coalizione ha firmato un manifesto richiedendo maggiore controllo e imparzialità per le soluzioni digitali utilizzate nel settore dell'istruzione. Agli studenti dovrebbero infatti essere insegnate le competenze, e non i prodotti. Il Software Libero favorisce la conoscenza del codice e mostra i valori della cooperazione.

Come ottenere un settore delle telecomunicazioni che sia sostenibile

Il diritto di installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo, le licenze di Software Libero e la neutralità del dispositivo compongono la sostenibilità digitale alla stregua delle misure di protezione dei consumatori. Quando gli utenti possono installare qualsiasi software su qualsiasi dispositivo, è possibile fare la differenza per la riparazione o il riutilizzo, evitando in questo modo che il dispositivo diventi un nuovo rifiuto elettronico. Il diritto degli utenti di installare qualsiasi software essi desiderino, l'obbligo di pubblicare il codice sorgente da parte dei produttori e la neutralità del dispositivo, sono tutti elementi indispensabili per riappropriarci dei nostri dispositivi. Questi sono i principi che dovrebbero guidare le future politiche di progettazione dei prodotti nell'UE. La FSFE si è espressa facendo sentire la propria voce in risposta a una consultazione pubblica a riguardo dell'impatto sull'ambiente da parte del settore delle telecomunicazioni.

Segnati i prossimi appuntamenti!

Attività passate e in corso

stand dove due persone con t-shirt nera e occhiali da solo sorridono in una giornata di sole
Alexander Sander e Lucas Lasota allo stand della FSFE al make-it.saarland a Saarbrücken, Germania, May 2022. Foto di: Cuvée
gruppo di persone di fronte ad un edificio
La FSFE ha partecipato all'Assemblea Generale dei Diritti Digitali Europei (EDRi). Maggio 2022.

Gruppi della FSFE

Aarhus | Un gruppo rilanciato dopo sette anni. Il gruppo locale della FSFE di Aarhus riparte con l'obiettivo di sensibilizzare sul Software Libero in Danimarca. Il primo incontro si terrà il 9 giugno.

Berlino | Il gruppo locale della FSFE di Berlino ha deciso di riprendere i periodici incontri mensili di nuovo in presenza, e si è anche incontrato al Linux Works LUG. Il gruppo ha avuto anche il periodico incontro mensile dedicato al Software Libero nell'istruzione.

Grecia | Il team nazionale greco della FSFE ha riportato le risposte della FSFE nella consultazione della Commissione Hellenic Telecommunications and Post sulla posizione del punto terminale di rete. Partecipa alla stanza Matrix della FSFE in greco per discutere delle impossibili interpretazioni di termini tecnici e altri temi relativi alla libertà del software che potrebbero interessarti.

Amburgo | Il gruppo locale della FSFE di Amburgo ha svolto il suo incontro mensile.

due persone in uno stand
André Ockers e Nico Rikken nello stand della FSFE al NLLGG ad Utrecht, Paesi Bassi, Maggio 2022.

Paesi Bassi | Il team nazionale dei Paesi Bassi della FSFE ha organizzato uno stand della FSFE al NLLGG meeting ad Utrecht, e ha tenuto il proprio periodico incontro mensile.

Donne | Il gruppo donne della FSFE si è incontrato per la prima volta in presenza a Berlino. Hanno discusso di motori di ricerca, chat e gestori della password che rendono più semplice la vita.

Zurigo | Il gruppo locale della FSFE di Zurigo ha organizzato un'hackathon per preparare un'iniziativa a sostegno della comunicazione federata per gli enti pubblici.

Attivati in Italia!

I volontari presenteranno la campagna "Denaro pubblico? Codice pubblico!" in Italia. Incontra le persone che traducono in italiano per la FSFE e scopri come la digitalizzazione del settore pubblico italiano può essere migliorata. Gli eventi sono a Trento il 7 giugno, a Bologna l'8 giugno e a Caltanissetta il 18 giugno.

Contribuisci alla nostra newsletter

Se vuoi condividere qualche pensiero, immagine, o notizia, inviacele. Come sempre, l'indirizzo è newsletter@fsfe.org. Ci aspettiamo di ricevere tue notizie! Se vuoi anche darci una mano e sostenere il nostro lavoro, unisciti alla nostra comunità e sostienici con una donazione o un contributo mensile. Un grazie alla nostra comunità e a tutti i volontari, i sostenitori e i donatori che rendono possibile il nostro lavoro. E grazie ai nostri traduttori, che ti permettono di leggere questa newsletter nella tua lingua.

Un saluto da chi ti scrive, Fani Partsafyllidou