empowering users
to control technology

Newsletter

Newsletter FSFE - Settembre 2015

Scritto da  Pubblicato il  

La FSFE sostiene il controllo degli utenti sui propri dati online

Oggigiorno usiamo i servizi online per ogni cosa e sempre più forniamo loro i nostri dati. Tuttavia, mai come oggi ne perdiamo il controllo. Insieme ad altre organizzazioni, la FSFE sostiene la pubblicazione del User Data Manifesto 2.0 il quale promuove i diritti di base dell’utente di controllare i propri dati durante l’utilizzo dei servizi online. Secondo il manifesto, gli utenti devono poter controllare l’accesso ai propri dati, sapere se sono conservati dai servizi online ed essere in grado di scegliere liberamente una piattaforma senza venire bloccati all’interno di un sistema specifico. Il manifesto è un buon punto di partenza per il dibattito sui diritti dell’utente online, e la FSFE cerca altre organizzazioni per unire le forze in modo da ottenere servizi online che rispettino i diritti fondamentali degli utenti.

Router obbligatori: un’altra vittoria

Il router, anche se spesso è solo un oggetto coperto di polvere in qualche angolo delle casa, è una componente importante della tua rete locale e del telefono. Molti utenti in Germania non possiedono questo oggetto, anche se sta nelle loro case e ne pagano l’energia consumata. Almeno per ora. Il 12 Agosto, il Ministero Federale Tedesco per l’Economia (BMWi) ha approvato la rielaborazione di una proposta di legge che libererebbe gli utenti dall’obbligo di usare gli apparecchi forniti dai provider. La bozza assicura che gli utenti di internet in Germania possano impiegare qualsiasi router desiderino per connettersi alla rete.

Il testo ora deve essere adottato dal Parlamento Federale (Bundestag) e dall’Assemblea Federale (Bundesrat). Per ora i commenti riguardano solo una piccola ambiguità formale, ma dobbiamo assicurarci che questa legge passi senza alcun cambiamento in negativo e che sia in seguito implementata. Abbiamo preparato un aggiornamento dettagliato che descrive anche come puoi aiutarci in Germania in questo momento! Inoltre abbiamo riassunto la questione e stiamo costantemente aggiornando la nostra timeline così che tu possa riutilizzare le nostre argomentazioni, qualora la questione fosse sollevata nel tuo paese.

Nuovi coordinatori in Germania e scioglimento dell’associazione tedesca

In un post sul proprio blog, il sottoscritto ha evidenziato un ulteriore momento nel processo di semplificazione della FSFE, costituito dallo scioglimento dell’ultima sezione nazionale rimasta, conosciuta come "FSFE Chapter Germany e.V." Questo passo è stato deciso a Novembre dell’anno scorso con lo scopo di rimuovere alcuni pesi burocratici legati al mantenimento di un’entità giuridica. Comunque, come si può leggere nell’articolo, sciogliere un’organizzazione non è così facile come potrebbe sembrare; speriamo di completare questo processo ad aprile dell’anno prossimo.

La FSFE è felice di annunciare che il mese scorso Max Mehl e Björn Schießle sono diventati i nuovi coordinatori del team tedesco e si spera che, d’ora in poi, non spenderanno molte ore all’anno a gestire faccende burocratiche. Entrambi sono stati a lungo parte della FSFE e ci hanno aiutato a raggiungere il nostro obbiettivo di sostenere la gente ad ottenere il controllo della propria tecnologia. Recentemente, Björn ha scritto un articolo riguardo lo User Data Manifesto 2.0 sul blog tedesco Netzpolitik.org (vedi sopra, in inglese) mentre Max ha appena pubblicato il summenzionato aggiornamento sui router obbligatori, insieme ad un articolo su Netzpolitik.org, sullo stesso argomento.

Qualcosa di completamente diverso

Attivati: traduci e migliora le traduzioni della nostra missione

"La Free Software Foundation Europe è una fondazione che incoraggia gli utenti ad avere il controllo della tecnologia. Il Software coinvolge profondamente tutti gli aspetti delle nostre vite. È importante che questa tecnologia ci aiuti anziché limitarci. Il Software Libero garantisce a tutti il diritto di..." La FSFE ha di recentemente aggiornato così l’inizio della nostra missione. Speriamo che ci aiuti a fare sì che sempre più gente capisca quello che facciamo. Abbiamo già traduzioni in albanese, olandese, inglese, finlandese, greco, italiano, portoghese e turco.

Aiutaci anche tu ad aggiungere altre traduzioni e a controllare quelle esistenti per renderle facilmente accessibili a tutti.

Grazie a tutti i volontari, ai Fellows ed alle aziende donatrici che ci permettono di svolgere il nostro lavoro,
Matthias Kirschner - FSFE